fbpx

Contattaci + (39) 0583-050577

strategia 2018

Strategia 2018. Consigli, esempi e novità di settore.

Il 2017 si è concluso ed è tempo di prendere le decisioni migliori per la tua strategia 2018.

In questo articolo affronteremo insieme l’argomento e vedremo i passaggi fondamentali da eseguire e quelli da evitare assolutamente.

 

Primo passo. 

 

Analizzare i risultati effettivi delle campagne 2017. Ponendosi qualche domanda puoi ottenere ottimi risultati.

“Quante comunicazioni ho effettivamente mostrato ai miei clienti? Come sono state accolte le mie iniziative?”

Es. Se ho proposto 10 iniziative e più della metà sono state considerate positive posso ritenermi soddisfatto. Se, invece, non ho ottenuto risultati significa che è il momento di cambiare approccio.

Secondo passo.

 

Analizzare i trend dell’anno a venire. Per fare questo basta passare un po’ di tempo su Google Trend e fare qualche ricerca. Ottenuti i risultati desiderati possiamo decidere la strada da prendere: unirsi alla massa o andare nella direzione opposta. Qualsiasi decisione tu intraprenda è essenziale essere coerenti con la propria immagine e il proprio settore di mercato.

Es. Sono un negozio di abbigliamento e mi rivolgo ad un pubblico che ha tra i 13 e 20 anni. La moda è fondamentale quindi la strada migliore da intraprendere è quella che segue la corrente. Sono un alimentari e credo fortemente nella giusta alimentazione, cerco per i miei clienti solo primizie e materiali genuini a km 0. In questo caso devo rimanere fedele alle mie credenze ed evitare la corrente dei “fast food” o i trend assurdi come le diete a base di pizza o hamburger.

 

Terzo passo.

 

Decidere i canali da utilizzare per le comunicazioni. Ad oggi esistono molte piattaforme per distribuire le proprie comunicazioni, basti pensare ai social network, ai servizi newsletter o sms marketing. Anche per questa decisione l’importante è tenere presente il proprio settore di appartenenza e il proprio target.

 

Quarto passo.

 

Stabilire un budget da destinare alle azioni di marketing. 

Esiste la convinzione che la pubblicità possa essere gratuita perché online. SBAGLIATO. Per poter ottenere dei risultati concreti abbiamo bisogno di investire. Ovviamente parliamo di cifre inferiori rispetto ai costi dei media tradizionali, ma per esser certi che la strategia sia funzionale è bene stabilire subito un budget da dedicarle.

Cose da evitare.

Ora che abbiamo visto i passi fondamentale da eseguire per creare la nostra strategia 2018 vediamo gli errori da evitare.

 

Primo errore.

 

Pensare che Facebook, Twitter, Instagram, qualsiasi social network tu stia utilizzando sia la soluzione. Questo è l’errore, pensiero, riflessione più comune all’interno del marketing. Come già affrontato negli articoli precedenti FACEBOOK NON È TUTTO.

 

Secondo errore.

 

Pensare che il marketing online serva solo per le gradi aziende leader del settore. Sbagliato. Anche i “più piccini” possono avere soddisfazioni dalla visibilità online, basta utilizzare gli strumenti giusti.

 

Terzo errore.

 

Non dare importanza al target di riferimento. Ebbene si, il target è importantissimo da conoscere. Le comunicazioni, le iniziative, la nostra stessa immagine deve essere a misura del target di rifermento altrimenti non può, scientificamente, essere compresa.

 

Quarto errore. 

 

E forse il più importante. Non dare importanza al mobile. Se nel 2017 lo sviluppo di una strategia che comprendesse gli smartphone fosse necessaria, oggi è per te l’unica scelta possibile, per questo ti invito a riflettere sull’integrazione della nostra piattaforma di marketing.

 

 

Non il più forte, non il più intelligente vince, ma colui che si adatta meglio al cambiamento. – Charles Darwin

Al prossimo articolo 👋

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato sulle novità di settore.
No Comments

Post a Comment

Comment
Name
Email
Website